Rivoluzione 5G: una nuova sfida anche per il towering?

Il 5G rivoluzionerà il nostro rapporto con il Web.

Ormai da qualche anno le connessioni mobili hanno superato il numero di abitanti sulla terra. E con l’avvento del 5G i valori toccheranno cifre inimmaginabili.  Si tratta di una tecnologia che comporta un enorme balzo in avanti rispetto alla già performante rete 4G. Infatti, il 5G è fino a 20 volte più veloce, con una velocità di download fino a 10 volte superiore, consentendo così download, uploading e streaming dei video più rapidi ed economici.

Dal 2018 al 2022 il traffico dati crescerà in media del 46% l’anno: ci saranno 22 miliardi di nuovi oggetti collegati e 621 milioni di nuovi utenti internet. Questo perché il 5G, appositamente progettato per reggere un traffico così elevato, è anche molto flessibile. Può gestire sia frequenze più alte, quindi connessioni più veloci, che frequenze più basse, garantendo copertura anche nelle aree finora isolate.

Una rivoluzione tecnologica senza eguali, ma tutta da installare…

Le aste per la spartizione delle antenne nel nostro Paese si sono già concluse ed hanno coinvolto i maggiori player del settore. Tuttavia, per raggiungere la copertura desiderata sarà necessario aggiornare le tecnologie delle stazioni radio base già esistenti ed eventualmente prevedere l’installazione di nuovi siti, soprattutto nelle aree rurali.

Un processo lungo, fatto anche di sperimentazioni, che porterà ad una completa diffusione del 5G nei prossimi cinque anni.

 

 

  • Share: